Come può un giovane designer non appassionarsi ad un marchio come Lamborghini? Disegnare una delle sue sportcar è certamente un sogno ricorrente tra gli studenti di car design di tutto il mondo e quest’anno la Scuola Politecnica di Design di Milano ha permesso a ventitré dei suoi studenti di realizzarlo.

Grinta, sportività ed esclusività sono state le protagoniste del Master in Transportation Design della scuola che si è svolto proprio in collaborazione con il marchio del Gruppo Volkswagen. Durante l’anno gli studenti hanno lavorato a due briefing differenti, uno individuale e uno in coppia, sempre guidati dai loro docenti affiancati da Filippo Perini (responsabile del design Lamborghini) e da Alessandro Salvagnin (designer del Centro Stile di Sant’Agata Bolognese).

Durante il primo semestre, il progetto Lamborghini Next (in queste due pagine), immaginava nuove interpretazioni del dna Lamborghini capaci di trasferire il linguaggio del marchio al di fuori della gamma attuale verso concetti per un futuro prossimo.
Molti studenti, soprattutto quelli provenienti dall’estero, hanno affrontato il tema traendo ispirazione dall’Italia e dalla città di Milano.

L’articolo continua su Auto & Design n. 178

[images picture_size=”fixed” hover_type=”none” autoplay=”no” columns=”5″ column_spacing=”13″ scroll_items=”” show_nav=”yes” mouse_scroll=”no” border=”yes” lightbox=”yes” class=”” id=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/2110200901_SPD_Milano-300×184.jpg” alt=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/2110200902_SPD_Milano-300×184.jpg” alt=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/2110200903_SPD_Milano-300×184.jpg” alt=””][/images]