ROYAL COLLEGE OF ART, UN PROGETTO PER LA BENTLEY DEL FUTURO

//ROYAL COLLEGE OF ART, UN PROGETTO PER LA BENTLEY DEL FUTURO

Bentley ha collaborato con gli studenti di design del programma Intelligent Mobility del Royal College of Art (RCA) di Londra. Il topic era quello di immaginare il futuro della mobilità di lusso made in england. Gli studenti hanno dovuto creare una Gran Turismo utilizzando tecnologia e artigianalità. «Bentley è sempre stata in prima linea per le vetture di lusso e con questa collaborazione abbiamo chiesto agli studenti di oggi quale fosse la loro visione del futuro. Volevamo idee e concetti che potessero portarci in direzioni nuove e interessanti, usando la loro prospettiva per vedere le cose in modo diverso. I ragazzi del secondo anno sono quelli che disegneranno le auto del futuro, i creatori del gusto di domani», ha detto il capo del design di Bentley, Stefan Sielaff, che è anche un ex alunno del corso di car design della RCA.

Royal College of Art
Royal College of Art

Dalle diverse visioni progettuali emergono degli elementi comuni, riassumibili in una raffinata eleganza senza conducente. Dalle 24 risposte degli studenti presentate, quattro sono state identificate come particolarmente significative dai docenti RCA e dal team di progettazione Bentley, che ha anche offerto assistenza durante tutto il progetto.

Royal College of Art
Royal College of Art

“Luxury Soundscapes” di Irene Chiu ha considerato il ruolo del suono nella futura mobilità di lusso, con un veicolo in grado di filtrare selettivamente rumori indesiderati e stressanti. Il suono sarà fondamentale nell’abitacolo dei veicoli autonomi, influenzando la salute dei passeggeri, il loro benessere e le esperienze di viaggio. “Material Humanity” di Kate NamGoong ha identificato nell’emozione la qualità che sarà apprezzata dai clienti di auto di lusso del 2050. Suggerisce inoltre che il vero lusso in futuro sarà il poter scegliere di guidare occasionalmente un veicolo a combustione interna, quando il resto della mobilità sarà completamente autonoma ed elettrica. Con i motori tradizionali che diventano così rari, la studentessa ha immaginato che le persone vorranno la meccanica a vista, proprio come accade oggi con gli orologi di lusso.

Royal College of Art
Royal College of Art

Il progetto “Stratospheric Grand Touring” di Jack Watson si è ispirato alla storia quasi centenaria di Bentley. La sua visione immagina uno scenario in cui i viaggi di lavoro internazionali non si limiteranno più a luoghi dove le persone sono in grado di vivere, in quanto la Gt di lusso sostenibile potrà portarle ovunque. “Elegant Autonomy” di Enuji Choi ha esaminato l’importanza dell’eleganza e dell’etichetta inglese in un futuro con veicoli senza conducente costruiti per città intelligenti. Il progetto si concentra sul concetto di ingresso ed uscita dai veicoli e su come si è evoluto nel tempo – dalle carrozze trainate da cavalli alle auto moderne – e il modo in cui continuerà ad evolversi con la guida autonoma.

By | 2018-10-16T21:08:00+00:00 11 ottobre 2018|EXTRA|
Chiudi
Il tuo A&D

COPIA DIGITALE

n. 233
Novembre/Dicembre 2018

Il numero corrente della rivista in formato digitale

Acquista online

ABBONAMENTO

SCONTO 30%

Offerta riservata ai nuovi abbonati per l’acquisto di un abbonamento annuale

Abbonati subito