Monetti, servire con stile

/, EXTRA/Monetti, servire con stile

Si è concluso al Salone Internazionale dell’Ospitalità “Host 2007“ il Monetti Tray Design Competiton, concorso ideato e promosso da Monetti Spa e dedicato all’oggetto più caratteristico della produzione storica di questa azienda, il vassoio da portata. Lanciato nel maggio scorso dall’azienda piemontese per celebrare i suoi primi 50 anni di attività nel settore della logistica dei trasporti a temperatura controllata, il contest era rivolto a designer europei, studenti e professionisti, di età inferiore ai 35 anni.

Tre le categorie sulle quali cimentarsi: vassoio di servizio e agevolazione del lavoro dei camerieri professionisti; vassoio self-service, trasporto e consumo del pasto; vassoio “happy hour” ovvero, rendere più comodo e piacevole il consumo degli aperitivi in piedi.

I progetti pervenuti sono stati oltre trecento, provenienti da Belgio, Francia, Germania, Inghilterra e Italia. La quantità di proposte da esaminare ha reso impegnativa la scelta degli elaborati vincitori da parte della commissione giudicatrice composta da: Giovanni Monetti e Leticia Lozano, presidente e vice presidente di Monetti Spa; Luisa Bocchietto, presidente ADI delegazione Nord-Occidentale; Giuliano Molineri, presidente di Frimark; Stefano Mussapi, architetto e designer; Davide Scabin, Chef del ristorante Combal.zero e Manuela Cifarelli, direttore di Material ConneXion Milano.

I tre premi, rispettivamente di 5000, 2500 e 1500 euro, sono stati assegnati a: “Vassoietta”, vassoio self-service di Federico Tosco, Eugenia Elkind e Gisella Gaido del corso di laurea in Disegno Industriale del Politecnico di Torino; “V.a.Z.”, vassoio di servizio di Lucia Bertolini (Laurea Triennale in Industrial Design dello IED di Roma) e “Freehand”, vassoio happy hour di Emiliano Capponi e Daniele Panzetta, entrambi laureati in Grafica e Progettazione Multimediale alla facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza di Roma.

Questa prima edizione del concorso, promossa con il patrocinio di ADI (Associazione per il Design Industriale), Istituto Europeo di Design di Torino, Politecnico di Torino, Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Comune di Racconigi e Confindustria di Cuneo ha visto, oltre ai tre vincitori, l’assegnazione di quattro menzioni speciali da parte della giuria ai progetti: “Dominator” di Stella Ochaa, Irene Ruiu e Riccardo Guglielmo; “Vassoietto” di Pier Paolo Capestrani; “Ginger&Fred” di Francesco Conti e “Slide” di Mauro Franchi Karol e Balan Gorge, una scelta dettata dalla notevole qualità dei lavori pervenuti.

L’articolo continua su Auto & Design n. 168

[images picture_size=”fixed” hover_type=”none” autoplay=”no” columns=”5″ column_spacing=”13″ scroll_items=”” show_nav=”yes” mouse_scroll=”no” border=”yes” lightbox=”yes” class=”” id=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/2002200801_Monetti-216×300.jpg” alt=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/2002200802_Monetti-216×300.jpg” alt=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/2002200803_Monetti-300×242.jpg” alt=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/2002200804_Monetti-300×235.jpg” alt=””][/images]
By | 2015-12-16T10:34:16+00:00 20 February 2007|ARCHIVE, EXTRA|
Close
Your A&D

DIGITAL ISSUE

n. 232
November/December 2018

Latest issue in digital format

Buy issue

SUBSCRIPTION

30% SALE

Offer reserved for new subscribers for the purchasing of an annual print subscription

Subscribe