Fioravanti Hidra, c’era una volta il tergicristallo

/, DESIGN STORY/Fioravanti Hidra, c’era una volta il tergicristallo

Stilista è un termine che gli sta stretto e scomodo perché è – e tutti lo riconoscono in questo ruolo – un progettista. Nella più ampia accezione del termine. Laureato in ingegneria, da anni studia, accanto alla forma, il futuro dell’automobile. Gioca a tempi lunghi, come i 16 anni che ci sono voluti fra il suo brevetto del pneumatico “intelligente” (1994) e la produzione industriale (Pirelli ha annunciato che lo fabbricherà a partire dal 2010).

Anche con la Hidra, presentata come modello statico al salone di Ginevra, Leonardo Fioravanti gioca in tempi lunghi, sebbene non così lunghi. Perché, a parte l’aggraziata forma della vettura, seconda di una mini-serie dedicata alle fuel cells e all’idrogeno che l’anno scorso aveva già avuto espressione nella Thalia, questo suo concetto di vettura senza tergicristalli potrebbe già trasformarsi in realtà fra pochi anni: tre, al massimo cinque. Hidra, infatti, è idrorepellente: i suoi cristalli non si bagnano e non si sporcano. Entriamo nel campo delle nano-tecnologie.

Formalmente Hidra è una proposta di veicolo sportivo multifunzionale, un MPC (multi purpose coupé): 5 porte, 4 posti, un occhio attento a dinamica, sicurezza passiva e flessibilità. Ha un tunnel centrale per i serbatoi dell’idrogeno (nella Thalia erano sotto i sedili posteriori) che conferisce alla vettura un baricentro basso. Hidra potrebbe essere la risposta del domani a quella che secondo Fioravanti è la funzione primaria dell’auto privata, cioè la libertà.

Forme altamente aerodinamiche per impiegare poca energia, sebbene condizionate dalla tecnologia innovativa cui fa da contenitore, linee slanciate che contengono superfici plastiche e modellate, una grande fascia laterale che sale verso il posteriore e avvolge la coda, sottolineata da un colore diverso. «Ci sembra il momento di rispolverare il bicolore – osserva Fioravanti – . Costa poco, dà freschezza, è un elemento in più su cui giocare. Diamo anche noi una spruzzatina di profumo della moda, settore in cui noi italiani siamo di una bravura incredibile, visto che la moda aiuta a vivere la vita».

L’articolo continua su Auto & Design n. 170

[images picture_size=”fixed” hover_type=”none” autoplay=”no” columns=”5″ column_spacing=”13″ scroll_items=”” show_nav=”yes” mouse_scroll=”no” border=”yes” lightbox=”yes” class=”” id=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/1806200801_Fioravanti_Hidra-300×208.jpg” alt=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/1806200802_Fioravanti_Hidra-300×209.jpg” alt=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2015/12/1806200803_Fioravanti_Hidra-300×208.jpg” alt=””][/images]
By | 2015-12-16T12:39:20+00:00 18 giugno 2008|ARCHIVIO, DESIGN STORY|
Chiudi
Il tuo A&D

COPIA DIGITALE

n. 232
Settembre/Ottobre 2018

Il numero corrente della rivista in formato digitale

Acquista online

ABBONAMENTO

SCONTO 30%

Offerta riservata ai nuovi abbonati per l’acquisto di un abbonamento annuale

Abbonati subito