Francoforte, gigantismo tedesco e giocosità Fiat

/, EXTRA/Francoforte, gigantismo tedesco e giocosità Fiat

Visitare il grande motor show IAA di Francoforte è impegnativo: il sito della Frankfurt Messe è troppo vasto, le singole hall sono enormi, le stesse automobili tedesche sono spesso esagerate, sovradimensionate e troppo potenti.

L’intero evento è, secondo gli standard non tedeschi, organizzato in modo eccessivo. Il tema del 2007 era l’ecologia, anche se i produttori locali parlavano con lingua biforcuta, magnificando le ridotte emissioni di C02 di modelli ben lontani dal pensiero fisso della potenza oltre i 500 CV che domina le loro passioni.

Ciò nonostante, Francoforte è importante perché è la sede di numerose presentazioni di rilievo, perché molti costruttori propongono nuovi prodotti e idee stimolanti e, naturalmente, perché l’industria tedesca sembra stabilire tuttora standard di engineering e performance che gli altri faticano a eguagliare.

Eppure, la Fiat recentemente rinata è riuscita a superare l’intera industria tedesca sotto il profilo del gigantismo, e a farlo con un senso dell’umorismo canzonatorio che è piaciuto alla stampa automobilistica accreditata di tutto il mondo. Un modello realistico della 500, circa cinque o sei volte più grande dell’originale, dominava lo stand. Ogni pochi secondi, la ruota posteriore sinistra del modello gigante si ritraeva ed emergeva una vera 500, di colore e allestimento sempre diversi in modo da poter presentare i numerosi extra redditizi per l’azienda.

Quest’anno, tutti i marchi del Gruppo (Alfa-Romeo, Fiat, Ferrari, Lancia e Maserati) erano riuniti insieme, come quelli tedeschi. La Mercedes occupava un intero padiglione per sé, la Maybach, la smart e (per il momento) la Chrysler; la BMW aveva eretto una propria struttura temporanea e la Volkswagen aveva a disposizione uno spazio ampio come un intero parcheggio urbano, che conteneva almeno un centinaio di vetture di sei dei suoi marchi. Fatto interessante, la Bugatti non era rappresentata.

L’articolo continua su Auto & Design n. 166

[images picture_size=”fixed” hover_type=”none” autoplay=”no” columns=”5″ column_spacing=”13″ scroll_items=”” show_nav=”yes” mouse_scroll=”no” border=”yes” lightbox=”yes” class=”” id=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2007/10/1710200701_Francoforte-300×167.jpg” alt=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2007/10/1710200702_Francoforte-300×167.jpg” alt=””][image link=”” linktarget=”_self” image=”http://autodesignmagazine.com/wp-content/uploads/2007/10/1710200703_Francoforte-300×167.jpg” alt=””][/images]
By | 2015-12-15T13:41:06+00:00 17 ottobre 2007|ARCHIVIO, EXTRA|
Chiudi
Il tuo A&D

COPIA DIGITALE

n. 233
Novembre/Dicembre 2018

Il numero corrente della rivista in formato digitale

Acquista online

ABBONAMENTO

SCONTO 30%

Offerta riservata ai nuovi abbonati per l’acquisto di un abbonamento annuale

Abbonati subito